n. 299 del 22.12.2018

Standard

Innanzitutto grazie a tutti. Grazie a quelli che ci hanno inviato del materiale cucito apposta per questo numero natalizio. Tanti altri ci hanno chiamati anche solo per scusarsi di non aver fatto in tempo a confezionare un pensiero, una riga o una foto. Siamo alla fine dell’anno, con il nostro fardello di stanchezza e di tesori da presentare davanti alla grotta di Betlemme. Un pensiero va a chi non festeggerà come vorrebbe. Un forte abbraccio in particolare al nostro amico Agostino Carlotto ed alla sua famiglia per la recente scomparsa del suo caro papà Antonio.
Posiamo tutti i nostri zaini pesanti davanti al Bambinello del presepe. Che Lui ci doni una robusta dose di leggerezza e soprattutto ci liberi da una parola: la rassegnazione. Con la fede scaleremo anche le montagne, in primis quelle da cui ammireremo i panorami più belli del 2019 alle porte.
Buone feste, carissimi amici: arrivederci al prossimo anno ed al numero 300 del nostro e vostro giornale. E come sempre… fatevi sentire!

Paolo Fongaro con la Redazione di Sovizzo Post

Annunci