N. 316 del 08.02.2020

Standard

L’abbondante materiale pubblicato numero che tenete tra le mani ci costringe ad essere stringati a più non posso. Per il prossimo numero contiamo di fornirvi le consuete statistiche sulla situazione anagrafica del nostro paese aggiornata allo scorso 31 dicembre. Buon Carnevale a tutti: tanti amici e – sempre splendidi! – volontari hanno organizzato numerosi appuntamenti per festeggiarlo degnamente. E che l’imminente San Valentino sia una festa per tutti, single compresi: la Vita ci regali sempre nuovi motivi per innamorarci di lei, strizzando amorevolmente l’occhiolino al futuro! Un abbraccio profumato di crostoli e frittelle da

Paolo Fongaro con la redazione di Sovizzo Post

n. 315 del 18.01.2020

Standard

Ben ritrovati ed ancora buon 2020 a tutti voi!

Dispiace iniziare l’anno parlando di certi episodi, ma è inevitabile dedicare qualche riga a quanto accaduto nel presepe della piazza. Dopo tanto scrivere e parlare, mi limito ad un paio di semplici osservazioni. Non sta certamente a questo giornale fare processi. Le autorità competenti stanno indagando e se gli elementi raccolti porteranno ad un giudizio ed una eventuale condanna, la punizione sia esemplare. E per “esemplare” non intendo di plateale durezza, ma nel senso che sia di autentico esempio e che consenta a tutti di riflettere, rimediare e soprattutto crescere.

Non sta a noi stabilire se quella testa mozza di Gesù bambino sia frutto di agghiacciante premeditazione oppure di una stupida bravata finita male. Però è comunque il segnale di un malessere generale che non dobbiamo sottovalutare. Anche io sono padre e percepisco ogni giorno che siamo TUTTI coinvolti. Episodi come quello che si è verificato possono diventare una occasione irripetibile per fermarsi e farci qualche domanda. Magari alzando gli occhi dallo smartphone, la cui luce si sta sostituendo sempre di più a quella della stella cometa. Guardiamo negli occhi i nostri ragazzi e ascoltiamo con più impegno le nostre voci che dialogano: un suono bellissimo che nessuna tastiera può riprodurre. E magari chiediamo, chiediamoci scusa: un po’ di sana e salutare vergogna, pur se amara da ingoiare, aiuta a crescere.

Però Sovizzo è migliore dei suoi episodi più tristi. Anche i nostri ragazzi lo sono. Pure noi genitori possiamo diventarlo. Questa foto né é la testimonianza. Grazie alla sensibile generosità di Margherita Parolin, una nuova statua del Bambinello è presto tornata nel presepio, suscitando la commozione di tanti concittadini. Gesù bambino torna ogni giorno nel nostro cuore: basta che lo vogliamo. E soprattutto negli occhi dei nostri ragazzi, così spesso fragili ed impauriti. Sono loro la nostra Stella cometa a cui volgere lo sguardo…

Buon anno Sovizzo: ad maiora!

Paolo Fongaro con la Redazione di Sovizzo Post

n. 314 del 21.12.2019

Standard

BuonNatale314.jpgHo appena finito di intervistare Gian Urbani, sovizzese dell’anno. Mi siedo stremato per qualche attimo sulla panchina rossa di Cinzia, quasi a ricevere direttamente da Lassù un po’ della sua energia. Viene naturale ripercorrere questi ultimi dodici, intensissimi mesi: per Sovizzo Post ogni annata di elezioni amministrative è un autentico tour de force. E guardando il municipio, illuminato dalle luci del Natale, ripenso ai miei concittadini, impegnati nel tentativo di addobbare il loro cuore e pronti ad infilare il 2019 nello scatolone dei ricordi.

Sta per nascere il 2020: 20+20 fa 40. Dedico a ciascuno di noi, anche a chi non crede, l’inizio proprio del salmo 40: “Ho pazientemente aspettato il Signore, ed egli si è chinato su di me e ha ascoltato il mio grido … ha fatto posare i miei piedi sulla roccia, ha reso sicuri i miei passi.” Sia l’auspicio di un nuovo anno pieno di meraviglie, progetti da realizzare, baci e abbracci: la luce della Notte Santa illumini i nostri sguardi rivolti al futuro.

Vi abbracciamo tutti: AUGURI SOVIZZO da

Paolo Fongaro con la Redazione di Sovizzo Post

n. 313 del 07.12.2019

Standard
Eccoci al penultimo numero del 2019, con già nell’aria l’atmosfera delle imminenti festività di fine anno.
Il Santo Natale è alle porte ed il weekend dell’Immacolata viene tradizionalmente dedicato alla riapertura di scatoloni di addobbi che lo scorso gennaio – sembra ieri … – avevamo riposto in soffitte ed armadi.
Condividiamo l’invito di Papa Francesco a dare risalto al presepio, la più autentica e sacra immagine del Natale. Attendiamo volentieri qualche foto delle vostre opere d’arte per il prossimo numero natalizio con cui saluteremo anche l’anno ormai agli sgoccioli.
Celebriamo il trionfo del nostro giovane compaesano Leonardo Birra ai mondiali di karate. La nuova rubrica “L’oro di Sovizzo” è stata molto apprezzata e ci affidiamo alle vostre segnalazioni per dedicare spazio alle storie di ragazzi/e che danno lustro alla nostra comunità. Dopo Matteo e Leonardo sarebbe bello toccasse ad una ragazza, che ne dite? Fatevi sentire…
Appuntamento a tutti ai tradizionali mercatini in piazza Manzoni domenica 8: si annunciano meraviglie!
Buona lettura ed arrivederci fra due settimane. Un abbraccio da
Paolo Fongaro con la Redazione di Sovizzo Post

n. 312 del 23.11.2019

Standard

Io non so tradurre il silenzio in parole. Forse perché quelle parole semplicemente non esistono. La vita a volte azzanna all’improvviso alla gola, con certi agguati che mozzano il respiro e spengono il sole. Allora stare zitti può trasformarsi in una virtù, lasciando spazio a quello che più conta: un abbraccio, una carezza, un sorriso sincero. E la preghiera, tanta preghiera.

Mi perdonino quindi i famigliari di Daniele, Anna e Diletta. Li penso ogni giorno, affacciati sulle macerie nella “Ground Zero” del loro cuore. Li abbracciamo con immenso affetto, condividendo muti le nostre lacrime. Molto è stato detto e scritto e non serve certo aggiungere i miei poveri pensieri. Ho quindi chiesto al Sindaco di scrivere qualcosa su Sovizzo Post a nome di tutti i cittadini del nostro paese, della nostra comunità che si stringe commossa in particolare alla famiglia Minati.

E poi mi è venuta in aiuto la struggente omelia che il giovane don Christian Corradin ha condiviso il giorno delle esequie. Parole da leggere e meditare una riga alla volta, lentamente, come cucchiaini di uno sciroppo amaro che tenta di lenire, rialzare, insegnare di nuovo a camminare insieme.

Dio è un tipo davvero strano e faccio sempre tanta fatica a capirlo. Ora tocca a noi pregarlo per chi piange: tocca però soprattutto a Lui farsi sentire, per ridare un po’ di luce alla notte.

Per restituire la certezza che l’ora più buia è quella che precede l’alba…

Paolo

n. 311 del 31.10.2019

Standard

Diciotto anni: Sovizzo Post diventa maggiorenne e per l’occasione rispolveriamo dal nostro archivio la prima pagina di quel 31 ottobre 2001. Per celebrare degnamente questa lieta ricorrenza è giusto ripartire proprio dall’inizio, dai primi vagiti del nostro e vostro giornale. Intanto vi diciamo semplicemente GRAZIE: l’affetto con cui ci seguite ricompensa ogni sforzo. Grazie agli sponsor che da sempre ci consentono di essere gratuiti, grazie ad Alberto e famiglia con Gianluigi eValeria per la fondamentale collaborazione. Ad maiora et ad multos annos: e voi, come sempre, FATEVI SENTIRE! Un grande abbraccio da

Paolo Fongaro con la Redazione di Sovizzo Post

n. 310 del 12.10.2019

Standard

Dedichiamo le righe che di solito ci prendiamo all’inizio di ogni numero ad una importante

INFORMAZIONE DI SERVIZIO

Nelle ultime settimane sono arrivati in redazione messaggi o lettere con degli interventi da pubblicare. Il problema è che questi erano firmati (a volte in modo illeggibile), ma privi di qualsiasi riferimento come nome, numero di telefono o – nel caso di quanto arriva per posta – senza l’indirizzo ed i recapiti del mittente. A malincuore non abbiamo pubblicato quanto ci è stato spedito. Non ci stancheremo mai di ripeterlo: per dare spazio a qualsiasi intervento su Sovizzo Post abbiamo bisogno che voi ci indichiate SEMPRE il vostro indirizzo e numero telefonico, in modo che chi scrive possa essere eventualmente contattato se ce ne fosse la necessità. Ovviamente i recapiti di chi ci scrive rimangono esclusivamente a disposizione della nostra redazione. Accade molto di rado, ma è davvero frustrante non pubblicare qualche bella lettera che arriva per posta solo perché non siamo in grado di sapere chi l’ha scritta! Non ci dilunghiamo: a presto, per festeggiare tutti assieme la maggiore età di Sovizzo Post. Un abbraccio a tutti e buona lettura da

Paolo Fongaro e la Redazione di Sovizzo Post